Semplificazione HACCP, delibera 447/2000

Novembre 23, 2011

Semplificazione HACCP, delibera 447/2000

La Regione Liguria, nel rispetto dell’accordo Stato – Regione, nel 2000 con la delibera n° 447 adottò delle procedure di semplificazione rispetto il sistema HACCP, andando a definire quali, fra tutte le industrie alimentari allora esistenti, potessero ricorrere alla versione semplificata in materia di igiene e sicurezza alimentare.

Per definire le categorie di appartenenza il criterio adottato è stato quello della valutazione dell’esposizione ai rischi sia per tipologia di attività che per destinazione dei prodotti, dando per buono che una minore esposizione al rischio sia riconducibile alle aziende che non manipolano alimenti né debbono conservarli a particolari temperature di esercizio.

Due sono le macro-categorie definite:
Tipologia 1, cui appartengono:

  • le industrie ove non vi sia alcuna manipolazione di alimenti e gli stessi non hanno bisogno, per la loro conservazione, di particolari temperature dei frigoriferiri anche durante il trasporto;
  • le industrie alimentari dove non c’è manipolazione di alimenti ma questi sono deperibili e/o richiedono di essere conservati a particolari temperature anche durante il loro trasporto;
  • le aziende alimentari dove si svolgono semplici manipolazioni sui cibi come, per esempio, il lavaggio delle verdure o la mescita di bevande.

Tipologia 2, cui appartengono:

  • le industrie alimentari dove esista una manipolazione finalizzata alla vendita diretta o alla somministrazione per il consumatore finale;
  • le industrie alimentare dove, oltre le manipolazioni di cui al punto 1, esista un particolare intervento di trasformazione a mezzo delle temperatura.

Rientrano in tale tipologia anche le industrie che usano la linea fredda e la linea calda, comprese le attività di vendita al consumatore finale che, anche marginalmente, cedessero a terzi, in possesso di regolare attestazione HACCP, propri prodotti.

Oltre che definire le tipologie la delibera stabilì obblighi cui, a prescindere dalla categoria di appartenenza, l’industria alimentare non poteva sottrarsi rispetto l’adozione del sistema HACCP semplificato, l’adeguamento e le procedure adottate per assolvere a tali doveri devono essere riportati nell’obbligatorio manuale HACCP che deve essere sempre a disposizione delle autorità preposte al controllo.