Sicurezza alimentare in Emilia Romagna, la delibera del 2008

Ottobre 18, 2011

Sicurezza alimentare in Emilia Romagna,  la delibera del 2008

La Regione Emilia Romagna ha adottato una propria semplificazione rispetto la normativa sulla igiene e sicurezza alimentare vigente in Italia, nata a sua volta recependo il Regolamento europeo 852/2004.

La delibera, del 25 Novembre 2008, è di fatto una guida sulle misure tecniche da adottare per l’applicazione dell’autocontrollo alimentare tramite il sistema HACCP.

Del resto lo stesso Regolamento della UE invita a un’adozione di sistemi di autocontrollo semplici, essenziali e dimensionati alla realtà dell’Azienda appartenete all’Industria Alimentare.

Questo è un aspetto molto importante perché garantisce alle piccole e medie imprese un notevole risparmio economico rispetto le spese da sostenere per essere in regola con la normativa sulla sicurezza alimentare.

Ovviamente il risparmio nello spendere non deve in alcun modo andare a inficiare la salubrità degli alimenti prodotti, ma deve essere inteso come un andare incontro ad Aziende, che per dimensioni e logistica, non sono in grado di sostenere le spese delle grandi fabbriche alimentari.

La delibera della Regione Emilia Romagna consente la procedura semplificata solo ad alcune tipologie di imprese alimentari:

  • quelle che non svolgono alcuna attività di preparazione, produzione o trasformazione di prodotti alimentari, o, tutto al più, si limitino ad attività semplici rispetto la preparazione degli stessi;
  • quelle in cui il manipolare degli alimenti è eseguito secondo procedure standardizzate, facenti parte della normale formazione professionale per l’addetto che manipola alimenti.