Semplificazione HACCP, il criterio adottato dalla Basilicata

Dicembre 21, 2011

Semplificazione HACCP, il criterio adottato dalla Basilicata

La Giunta Regionale della Basilicata ha definito un sistema di autocontrollo alimentare HACCP semplificato, definendo quali, fra le Aziende operanti nell’Industria Alimentare, potessero adottare tale versione semplificata nell’ambito dell’igiene e sicurezza alimentare.

La normativa europea in materia di sicurezza alimentare ha lasciato ai produttori stessi del bene alimentare i controlli sulla qualità e l’igiene dell’alimento stesso, quindi ogni Impresa del ramo alimentare deve dotarsi di un piano di autocontrollo.

Tutte le fasi che caratterizzano il percorso della catena alimentare devono essere riportate nel manuale HACCP obbligatorio, redatto in maniera congrua rispetto l’attività svolta, tale documento deve contenere tutte le informazioni utili a dimostrare l’igienicità dell’intero processo industriale.

La Regione Basilicata ha quindi definito diverse tipologie di industria alimentare privilegiando, rispetto altre Regioni, più il criterio del rischio reale di contaminazione alimentare durante una qualsiasi fase di lavorazione che dimensioni dell’Azienda numero di addetti, il principio è stato quello di considerare la piccola Azienda pericolosa come la grande industria nel caso adotti procedure scorrette per l’igiene del prodotto.

Quindi lo studio ha portato a stabilire che possano adottare una procedura semplificata gli esercizi commerciali in cui ci siano alimenti confezionati che possano essere conservati a temperatura ambiente o che non necessitino di alcuna manipolazione anche se deperibili, ma anche, per esempio, macellerie e pescherie in cui c’è manipolazione dell’alimento nella fase di vendita.