Doveri e responsabilità degli alimentaristi durante le sagre

Aprile 04, 2012

Doveri e responsabilità degli alimentaristi durante le sagre

Con la determinazione dirigenziale n° 6333 del 2008 la Regione Umbria ha legiferato in materia di sicurezza alimentare in occasione di manifestazioni temporanee come per esempio sagre o fiere.

La determinazioni in pochi punti stabilisce ruoli e responsabilità dei vari addetti che per un motivo o per l’altro si ritrovano a manipolare, somministrare o vendere alimenti in questi particolari contesti.

Il primo di questi punti ha stabilito che il Responsabile legale dell’Ente organizzatore possa presentare un’unica Dichiarazione Inizio Attività (D.I.A.) differita a 7 giorni rispetto le attività di cui sopra, dovrà altresì provvedere a presentare adeguata planimetria che rappresenti la dislocazione degli stand nello spazio destinato all’evento.

Inoltre sempre nel punto 1 è stabilito che la responsabilità della corretta igiene alimentare di tutti i prodotti è a carico del singolo addetto che manipola alimenti presente in fiera.

Nel punto 2 invece sono specificati gli obblighi cui deve assolvere una ditta qualora, oltre che in fiere o sagre, gestisca un’attività di Ristorazione Collettivo Assistenziale, anche in questo caso detta impresa potrà presentare un’unica D.I.A. differita in cui allegare anche i mezzi adibiti al trasporto.

Nel punto 3 si è deciso di stabilire una procedura semplificata di Registrazione così come prevedeva il Reg. CE 852/2004, per la vendita di pastigliaggi confezionati, sale e di bibite preconfezionate e, in generale, di quegli alimenti che non necessitano di particolari trattamenti di conservazione.